INSETTI COMMESTIBILI E MOLTO ALTRO

Facciamo snack arricchiti con farina di grillo per far innamorare anche noi occidentali degli insetti come cibo. La prima linea di prodotti che abbiamo sviluppato sono gli Small Giants Cracker Bites, mini cracker arricchiti con un 15% di farina di grillo (Acheta Domesticus). Grazie all'aggiunta di questo ingrediente speciale i nostri snack hanno un contenuto di proteine che sfiora il 25% e sono ricchi in vitamine, minerali e fibre. Il gusto umami è dato proprio dalla farina di grillo, mentre gli altri ingredienti, tutti naturali, come olio extra vergine di oliva e farina di frumento, danno la croccantezza unica del prodotto. Cotti al forno, sono disponibili in tre varianti: Curcuma e Paprika affumicata, Rosmarino e Timo, Pomodoro e Origano. Puoi trovare la lista completa degli ingredienti e la tabella nutrizionale di ogni singolo prodotto nella pagina dedicata sul sito.

Il nostro team ha analizzato oltre 1.000 prodotti di snack salati disponibili sul mercato. In media, il nostro Mini Cracker ha 2 volte più proteine e 1/2 di grassi rispetto agli altri snack. Contengono anche oltre l'80% di zucchero in meno. E non è tutto! Ogni sacchetto di Mini Cracker contiene il 50% della tua dose giornaliera raccomandata di vitamina B12, che è altamente raccomandata per aumentare le difese del tuo corpo e può anche migliorare il tuo umore. Sì, davvero. 🤩

La domanda più corretta dovrebbe essere: "Perché mai non dovremmo mangiarli?" Ricchissimi di proteine di alta qualità, minerali, vitamine e acidi grassi essenziali, i grilli sono un concentrato di nutrienti unico in natura. Un vero e proprio superfood! In più sono anche una delle fonti di proteine più sostenibili che abbiamo. La FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura) promuove il consumo di insetti perché, oltre ad essere altamente nutrienti, hanno anche un'impronta ambientale estremamente bassa. L'allevamento di insetti, infatti, richiede drasticamente meno acqua, terra, mangime ed energia rispetto alle fonti proteiche tradizionali. C'è altro? Certo! Le emissioni di gas serra nell'atmosfera si riducono del 99% con gli allevamenti di grilli rispetto a quelli di bovini¹. Non solo, gli insetti sono anche abilissimi trasformatori di scarti vegetali in nutrienti di alta qualità. Dai un'occhiata ai dati! ¹ FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations); Oonincx et al., 2010 (Greenhouse gases)
Sì, assolutamente! Anzi, possiamo dire che sono una fonte di proteine sostenibili quasi perfetta. Il loro allevamento ha infatti un bassissimo impatto ambientale. La quantità di terra, acqua, mangime ed energia richiesta è minima rispetto agli allevamenti tradizionali. Non solo, possono essere allevati verticalmente e sono eccellenti trasformatori di scarti alimentari in nutrienti di alta qualità. Con una popolazione mondiale in costante crescita (la popolazione mondiale raggiungerà i 9 miliardi entro il 2050) e un’industria della carne tra le principali cause di emissione di gas serra nell'atmosfera, nuove fonti alimentari, alternative e sostenibili, come i grilli, sono sempre più necessarie. Le emissioni di gas serra nell'atmosfera si riducono del 99% con gli allevamenti di grilli rispetto a quelli di bovini¹. Anche per questo motivo la FAO promuove, ormai da decenni, gli insetti come fonte alimentare sicura e sostenibile. ¹ FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations); Oonincx et al., 2010 (Greenhouse gases)

I grilli sono naturalmente nutrienti e sono ricchi in proteine complete, minerali, vitamine, acidi grassi essenziali. Hanno un contenuto proteico da due a tre volte superiore a quello carne, del pesce, della soia. I grilli sono anche una fonte completa di aminoacidi essenziali – le molecole organiche fondamentali per il funzionamento del nostro organismo che possiamo assimilare solo con il cibo che mangiamo. I nostri snack sono eccezionalmente salutari e aiutano a mantenere un alto livello di energia per tutto l’arco della giornata. Non solo il contenuto proteico sfiora il 25% ma hanno il doppio delle proteine rispetto ai grassi, sono fonte di fibre e ricchi di vitamina B12 – essenziale per un sistema immunitario e un cervello sani.

Gli aminoacidi sono i mattoncini che compongono le proteine. 9 di questi, gli aminoacidi essenziali, non possono essere sintetizzati dal nostro corpo e devono provenire dal cibo che mangiamo. Le proteine dei grilli sono complete il che significa che contengono tutti e 9 gli aminoacidi essenziali necessari ai nostri processi biologici. Le proteine incomplete hanno solo alcuni dei 9 aminoacidi essenziali e tendono ad essere di origine vegetale. Questo non significa che avere una dieta vegetariana non sia salutare, ma che si deve stare attenti a combinare correttamente le diverse fonti proteiche per garantire un apporto di tutti gli aminoacidi essenziali. «La regola generale è che gli alimenti di origine animale come il manzo, il pollo, il pesce, il tacchino, la carne di maiale e i prodotti lattiero-caseari hanno proteine complete, mentre quelli di origine vegetali come le noci, i semi, il riso, i fagioli e i cereali hanno proteine incomplete» Spiega Isabel Smith, fondatrice dell'Isabel Smith Nutrition. Il problema delle proteine animali tradizionali è quello della sostenibilità ambientale degli allevamenti. Gli insetti, invece, in generale e i grilli nello specifico sono una fonte di proteine complete e sostenibili. Noi di Small Giants promuoviamo una dieta principalmente vegetariana, con consumo di prodotti di origine animale ridotta al minimo e integrata con i grilli come fonte sostenibile di proteine e vitamine B12. Due dei founder, Francesco ed Edoardo, sono vegetariani.

Ridurre la carne e i latticini tradizionali nella propria dieta è il modo più efficace per ridurre l'impronta di carbonio come individuo, più che andare in bicicletta ogni giorno o smettere di usare la plastica. Come Small Giants, sosteniamo una dieta prevalentemente vegetariana che non esclude necessariamente tutti i prodotti di origine animale. Ciò di cui abbiamo veramente bisogno è ridurre drasticamente il nostro consumo eccessivo di alimenti tradizionali di origine animale e integrare la dieta con alternative ricche di proteine - piante ma anche altre alternative altamente sostenibili come grilli! grilli sono dense di nutrienti, ricche di proteine complete, minerali, vitamine e acidi grassi essenziali e hanno un'impronta ambientale estremamente bassa. Se il bestiame fosse un Paese, sarebbe al terzo posto per le emissioni di gas serra, in competizione con gli Stati Uniti per il secondo posto. ¹. Il 77% dei terreni agricoli è utilizzato per l'allevamento e l'alimentazione del bestiame, mentre solo il 17% del consumo calorico globale proviene dagli animali. ². Non è una follia? Il bestiame ha già un impatto spaventoso e se la domanda continuerà a crescere a questo ritmo non riusciremo a tenere il passo. Gli insetti commestibili non sono la pallottola d'argento, ma sicuramente potrebbero essere una parte della soluzione.

Il nostro Mini Cracker è fatto per essere mangiato quando vuoi, è perfetto in viaggio, ottimo con una salsa o puoi incorporarlo nel tuo pasto - sbriciolalo su una zuppa o un'insalata per una spinta proteica extra - dipende da te! Abbiamo anche sentito che si abbinano meravigliosamente con un bicchiere di vino 😉 Se vuoi qualche altra ispirazione, vai sulla nostra pagina Instagram - condividiamo molte ricette e suggerimenti di abbinamento perché siamo così gentili!

Non c'è una risposta univoca, l'argomento è molto personale e ci sono diverse opinioni. Una risposta immediata potrebbe essere: 'No'. I vegetariani non mangiano gli animali, gli insetti sono tecnicamente animali quindi i vegetariani non mangiano gli insetti. Ma, per tutti quei vegetariani che scelgono di non mangiare la carne per limitare l'impatto ambientale degli allevamenti, la risposta è 'Sì! Gli insetti sono molto più sostenibili, quindi sono una perfetta alternativa a basso impatto alle proteine tradizionali'.

Se sognate un mondo in cui 7,6 miliardi di persone diventeranno vegane, gli insetti sicuramente non sono la soluzione. Se credete invece, come noi, che la cosa davvero importante sia limitare il consumo eccessivo di prodotti di origine animale e avere una dieta principalmente vegetariana e ricca di fonti di proteine sostenibili. Allora, gli insetti sono vegetariani. Diversi studi scientifici hanno chiaramente dimostrato che gli insetti non percepiscono il dolore e miliardi di insetti vengono uccisi dai pesticidi usati in agricoltura.

Il sistema nervoso degli insetti è molto diverso da quello degli animali di ordine superiore. Sono privi delle strutture neurologiche responsabili della traduzione degli stimoli negativi (come le lesioni) in esperienze emotive. Negli allevamenti di grilli vengono utilizzati metodi che impediscono in qualsiasi caso la sofferenza dell’insetto. È sufficiente abbassare leggermente le temperature per addormentarli (entrano in una sorta di letargo, la diapausa) e vengono poi uccisi abbassando ulteriormente i gradi. In questo processo non vi è dolore neurologico ma solo un graduale rallentamento. Per questo crediamo che chiunque voglia rimanere in buona salute evitando il trattamento disumano degli animali dovrebbe considerare anche gli insetti, in generale, e i grilli, in particolare, come nuova fonte alimentare.

Mangiare insetti non è una novità in molte parti del mondo. L'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO) stima che gli insetti facciano regolarmente parte della dieta di più di due miliardi di persone nel mondo. Gli insetti commestibili fanno parte della cucina tradizionale in Thailandia, quindi non sorprende che l'allevamento di insetti sia ampiamente diffuso. Come tutti gli insetti, anche i grilli sono animali a sangue freddo e hanno bisogno di temperature elevate (idealmente 30°C) per vivere. Il clima della Thailandia, caldo tutto l'anno, fornisce le condizioni ideali.

Studi scientifici hanno dimostrato come allevare insetti in Thailandia (e poi trasportarli in Europa) abbia un impatto ambientale inferiore rispetto ad allevarli direttamente in Europa. Questo perché in Europa è necessario riscaldare l'ambiente dove vivono gli insetti, per poterli allevare durante tutto l'anno, con una spesa energetica molto maggiore.

La nostra farina di grillo arriva da una fornitore inglese, l'unico al mondo con certificazione BRC, e allevamenti in Thailandia. I grilli sono garantiti per il consumo umano e tutte le fasi di allevamento e trasformazione avvengono in un ambiente controllato e progettato per garantire farine di ottima qualità. I grilli sono abituati a vivere in condizioni di elevata densità di popolazione, possono essere allevati verticalmente e sono eccellenti trasformatori di scarti alimentari in nutrienti di alta qualità.

La maggior parte degli allevamenti di grilli in Thailandia sono a conduzione familiare. Approvvigionarsi da loro significa anche sostenere le comunità agricole rurali locali aiutandole a costruirsi un futuro più sicuro e prospero.

Specie: House Cricket (Acheta Domesticus)
Temperatura ideale: 30°C
Ciclo vitale: 4 settimane in condizioni ottimali
Dieta: cereali e verdure miste (senza glutine).

Le persone che sono allergiche ai crostacei potrebbero essere allergiche anche ai grilli. Si sconsiglia quindi di consumare i nostri prodotti

Non esistono casi noti di trasmissione di malattie o parassiti all'uomo dal consumo di insetti. Possono verificarsi allergie paragonabili all'allergia ai crostacei, a loro volta invertebrati. Rispetto ai mammiferi e agli uccelli, gli insetti presentano molti meno rischi di possibili trasmissioni infettive zoonotiche all'uomo.

Fonte: FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura)

Small Giants è una società Plastic Neutral certificata da rePurpose Global. Collaboriamo con rePurpose Global per finanziare la raccolta, il corretto smaltimento e/o il riciclo tanti rifiuti plastici quanti ne utilizziamo lungo tutta la nostra filiera. Questo significa che ogni acquisto con Small Giants ha un'impronta netta di plastica pari a zero. Esplora qui il nostro impatto!

I nostri prodotti contengono olio extravergine d'oliva e un'alternativa compostabile che possa contenere per tempi lunghi senza deteriorarsi un prodotto come il nostro semplicemente non esiste. Ecco perché i nostri pacchetti è Plastic Neutral ma non plastic-free. Non potendo cambiare direttamente il materiale dei nostri pacchetti abbiamo deciso di affrontare il problema in maniera diversa. Small Giants è ora una società Plastic Neutral certificata da rePurpose Global. Questo significa che ci occupiamo di rimuovere dalla natura tanti rifiuti plastici quanti ne utilizziamo lungo tutta la nostra filiera e di riciclarli o di smaltirli. Il problema della plastica non risiede nel materiale in sé, ma nel modo in cui noi gestiamo il suo ciclo di vita. Quando viene smaltita, riciclata o compensata in modo responsabile, il materiale si dimostra molto meno impattante per l'ambiente di qualsiasi altra alternativa tradizionale come il vetro o la latta. Scopri di più sul nostro impatto come società Plastic Neutral qui.

Small Giants è una società Plastic Neutral certificata da rePurpose Global. Collaboriamo con rePurpose Global per finanziare la raccolta, il corretto smaltimento e/o il riciclo tanti rifiuti plastici quanti ne utilizziamo lungo tutta la nostra filiera. Questo significa che ogni acquisto con Small Giants ha un'impronta netta di plastica pari a zero. Sosteniamo l'impresa sociale Carpe nel Maharashtra (India) che si occupa di raccogliere e trattare correttamente tutti quei rifiuti che, altrimenti, non verrebbero recuperati perché di quasi nessun valore rimando così in natura. Alcuni esempi sono gli involucri delle tavolette di cioccolato e i pacchetti di patatine. Esplora qui il nostro impatto.